ASSedio!

laboratorio culturale temporaneo in montagnola

In collaborazione con: 
ArciBologna, Antoniano Onlus, Ozono Factory, Cantieri Meticci, Baumhaus, Canicola Edizioni, Mercato Sonato, Instabile Portazza

laboratorio culturale temporaneo

Assedio! è un festival nato dalla collaborazione di Arci Bologna, Antoniano, Checkpoint Charly e Binario 69 con la volontà di riunire alcune delle realtà artistiche e culturali bolognesi “fuori porta” per costruire insieme una rassegna di workshop, laboratori, concerti ed eventi nel Parco della Montagnola, Bologna, e di farsi un vero e proprio “avamposto e presidio creativo” fondato sui principi dell’autoproduzione, dell’autocostruzione, dell’integrazione e sull’etica del Do It Yourself.

Per tre mesi, da febbraio a maggio, l’ex casa del custode, la tensostruttura e l’area del parco antistante sono state animate da percorsi laboratoriali dedicati ai più piccoli, workshop, seminari aperti a tutti e incentrati su temi come l’uso degli spazi comuni e la sostenibilità delle attività artistiche e culturali; eventi, concerti e dj set.

Nell’ex casa del custode, in particolare, durante tutta la rassegna, hanno trovato spazio il “Bivacco”, punto informativo e piccolo temporary shop per presentare al pubblico una selezione di fanzine e autoproduzioni bolognesi e la “Foresteria”, un laboratorio permanente di sperimentazione e incubazione di progetti artistici.

L’Assedio! ha inaugurato il 15 febbraio 2019 con un percorso di workshop e laboratori (bandiere e stendardi in serigrafia, manifesti, maschere, carri autocostruiti) aperti a tutti in preparazione della grande Parata di Carnevale del 3 marzo.

Il Carnevale di Assedio! del 3 marzo 2019 ha voluto essere un inno alla creatività, al costruire e inventare insieme buffi mondi al rovescio per sovvertire un certo immaginario “guerresco” e invadere il parco di armate sghembe fatte di schiere di bambine e bambini, famiglie, musicisti, danzatori, attori e artisti di ogni genere. Una giornata per celebrare l’inizio della rassegna attraverso laboratori creativi per i più piccoli, una grande Parata autocostruita e una festa in maschera nello spazio della tensostruttura.

Nel corso del pomeriggio, l’ex casa del custode, la tensostruttura e l’area antistante hanno ospitato i laboratori creativi a cura di Checkpoint Charly, Banda Riciclante e Associazione Labù per permettere a tutti di costruire i propri costumi in preparazione della Parata, animata dai piccoli musicisti della Scuola Senzaspine del Mercato Sonato, la compagnia di ballo Sambaradàn, la banda Corretto Samba e i partecipanti al corso di Danza Africana di Cantieri Meticci.

In serata la festa si è spostata in tensostruttura con i ballerini di Danza l’Africa, il live di Bolognina Roots Family e il dj set Binario X a cura di Binario 69.

Dopo la conquista del Carnevale, il marzo di Assedio! è stato dedicato alla microeditoria e all’autoproduzione, con i workshop “Realizzare un libro con carta trovata in giro” a cura di Libri Finti Clandestini, “Fare un fumetto rapido e indolore” di Andrea De Franco, e i laboratori per bambine e bambini “Cartanimata” con Anima e Chiara Casalone e “Taglio, stampo, gioco” con Lara Norscia e Davide Saba.

A conclusione del secondo mese della rassegna, il 31 marzo 2019 si è tenuto il Gran Galà delle Autoproduzioni, un’occasione per scoprire alcuni tra i collettivi più interessanti della città con una mostra-mercato a cui hanno partecipato, tra gli altri, BRACE, Canicola edizioni, Delebile, DE PRESS, Doner Club, Eris edizioni, Giovanni Frasconi, Maurizio Lacavalla, LOLogramma, PELO e Ufficio Misteri.

La giornata si è conclusa in tensostruttura con il live dei Dueventi, accompagnati dai visual di Davide Bart Salvemini, e il live set di Dj Zeta, visual di Giulia Conoscenti e Giulia Pastorino.

Il filo conduttore dell’ultimo mese di Assedio! e della festa finale del 27 aprile 2019 è stata l’esplorazione del parco come luogo da abitare, e in cui, magari, perdersi.

In collaborazione con SMK Videofactory e Canicola edizioni, nel corso del pomeriggio abbiamo invitato il pubblico a raccontare la giornata, videocamera alla mano, e a partecipare a una “Caccia al tesoro a fumetti”; a costruire, insieme ai falegnami del Charly Gianfranco Mazza e Riccardo Rossi, un progetto di arredo del parco interamente con materiali di recupero; a scoprire il risultato del progetto artistico sviluppato nello spazio della “Foresteria” nei mesi precedenti: “Istruzioni per perdersi nel parco”.

Assedio! si è concluso con il live dei Pé no Chão e il dj set di Katzuma.